Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

lunedì 10 luglio 2017

Rassegna Stampa - 6 luglio 2017


«Il sistema Verona aiuti il rilancio della lirica in Arena»

giovedì 6 luglio 2017 

Un appello al sistema Verona per «sostenere e contribuire alla Fondazione lirica Arena e al suo rilancio». È quanto ha detto tra l’altro il sindaco, Federico Sboarina, dopo i primi incontri istituzionali tenuti in municipio, da quando è stato eletto. In particolare Sboarina nella mattinata di ieri ha incontrato il presidente di A4 Holding (Autostrada) Carlos del Rio Carcano, il presidente della Fondazione Cariverona Alessandro Mazzucco e il sovrintendente della Fondazione Arena, Giuliano Polo. Come ha riferito lo stesso sindaco «sono stati colloqui cortesi, proficui e dettagliati per approfondire una serie di temi».
«Per quanto riguarda l’autostrada», spiega Sboarina, «ricordo che è una azienda che passa dal nostro territorio e rispetto al quale molto può fare in termini di infrastrutture. Abbiamo infatti convenuto sulla possibilità di sviluppare progetti e sulla disponibilità da parte della società a fare investimenti». In prossimi incontri verranno definite dunque le strategie dell’Amministrazione civica. Il cambio della guardia a Palazzo Barbieri non tocca, al momento, il ruolo di presidente della società autostradale Brescia-Padova, l’ex sindaco Flavio Tosi - e ora consigliere comunale di opposizione - la cui nomina era in quota ai soci privati.
Sboarina si è poi visto con il presidente di Cariverona Mazzucco. «Anche con la Fondazione Cariverona ho trovato una sintonia importante su temi specifici con il presidente Mazzucco che già conoscevo. Abbiamo parlato di aeroporto e condividiamo la stessa visione strategica, per cui ci sarà un dialogo costante in una visione prospettica e pluriennale. È finito il tempo di approcci operativi di corto raggio», ha aggiunto il sindaco, «magari con lo scopo di ottenere finanziamenti immediati ma senza una visione è un progetto complessivo per Verona. La Fondazione è un pilastro della città, anche con loro condivideremo un progetto solido e serio per lo sviluppo futuro di Verona». Cariverona, lo ricordiamo, ha aperto tra l’altro la partita del restauro di Castel San Pietro, dove andrà il museo di Storia naturale.
Il colloquio con il sovrintendete Polo, puntualizza poi Sboarina, «è stato molto cordiale. Gli ho riferito dei riscontri positivi che ho raccolto in campagna elettorale sul suo operato e abbiamo convenuto sulla possibilità per la Fondazione Arena di concludere la fase commissariale. Si può partire con la gestione ordinaria in un clima di rinnovata serenità e mi rivolgo ai dipendenti per confermare che sto lavorando per la discontinuità».
Il Comune, come fa notare Sboarina, «farà la propria parte, ma mi piacerebbe che anche altri soggetti, come la Camera di Commercio, la facesse. Mi risulta che quest’anno non abbiano dato alcun contributo, ma se la Fondazione Arena è importante per lo sviluppo economico della città, è bene che anche le categorie economiche si impegnino». E nel pomeriggio Sboarina ha incontrato proprio Giuseppe Riello, il presidente della Camera di Commercio. «È stato un incontro cordiale», aggiunge Sboarina, «fondamentale per la necessaria collaborazione con le categorie. Ho condiviso con il presidente Riello il mio concetto di lavoro di squadra per disegnare insieme il futuro di Verona e per un comune impegno in questa direzione».


Enrico Giardini

Nessun commento:

Posta un commento