Post più popolari ultima settimana

domenica 2 luglio 2017

da OperaArenaMagazine.it - "OPERA TOUR A VERONA" per conoscere l'Opera e i segreti dell'espressione artistica che ha reso famosa la città in tutto il mondo


UN TOUR PER CONOSCERE L'OPERA E LA GRANDEZZA DI VERONA


NON C’ERA A VERONA UN TOUR DEDICATO ESCLUSIVAMENTE ALL’OPERA IN ARENA E ASSOGUIDE, IN COLLABORAZIONE CON OPERA ARENA MAGAZINE, LO HA REALIZZATO IN 2 SETTIMANE, OFFRENDO AI VERONESI E AI TURISTI L’OPPORTUNITÀ DI CONOSCERE MEGLIO LA CITTÀ NEL SUO RAPPORTO CON IL MELODRAMMA. PRENOTAZIONE VIA MAIL OBBLIGATORIA.

«Qui il tenore Giovanni Zenatello e l’imprenditore teatrale Ottone Rovato pensarono il festival lirico areniano; qui Ettore Fagiuoli nel 1913 iniziò con Aida la sua attività di scenografo e qui abitò la Divina Maria Callas». Da venerdì 30 giugno 2017 l’iniziativa di Assoguide Verona e Opera Arena Magazine (media partner), in collaborazione con Fondazione Arena e MuseoAMO, porta i turisti nei luoghi della lirica, raccontandone la storia e toccando con mano il mito che l’accompagna.

«Una storia che a Verona inizia nel 1732 con la messa in scena de La fida ninfa, dramma in tre atti di Antonio Vivaldi, per l’inaugurazione del Teatro Filarmonico voluto da Scipione Maffei e progettato da Francesco Galli Bibiena», spiega Cristina Zuegg che ci accompagna nel primo Opera tour a Verona.

Ci spostiamo sul liston della Bra per parlare della Callas, del suo arrivo da NewYork a Verona, della valigia che le rubarono durante il viaggio, dei luoghi che frequentava, dell’incontro con il futuro marito Giovanni Battista Meneghini, del debutto in Arena nella Gioconda, il 2 agosto 1947.

Dalla borsa della guida escono foto in bianco e nero che raccontano del salotto buono della città nei primi anni Cinquanta, con l’ala dell’Arena ancora fasciata di mattoni e il bel mondo che passeggia. Si ritorna a una Verona legatissima all’Opera, ai mazzi di fiori che i fan portavano la sera davanti al ristorante Tre Corone nella speranza di poter ammirare da vicino gli artisti, vere stelle del firmamento. «Qui Zeffirelli è di casa, questa è la città della grande Cecilia Gadia» spiega Zuegg accendendo gli sguardi dei turisti affascinati che non sapevano, non ricordavano.

Escono i titoli di Nabucco, Aida, Rigoletto, Butterfly e Tosca  e ciascuno offre spunti per raccontare la storia del più grande teatro lirico all’aperto del mondo, di come l’Arena disponga di veri e propri laboratori scenografici di cui in Bra si vedono e si toccano i manufatti. Qualcuno chiede quanto costa il biglietto per l’Opera, se ci sono iniziative per i giovani, perché ovviamente la conoscenza stimola la curiosità.

Opera tour a Verona è in italiano e inglese, si svolge ogni venerdì alle 17, con ritrovo sotto il monumento equestre di Vittorio Emanuele II. Ma prima bisogna prenotarsi, scrivendo a guidediverona@gmail.com mentre per ricevere informazioni bisogna telefonare al numero 0039.347.4717404. (g.m.)

Registrati al sito per ricevere gratis la newsletter del giornale e avere accesso ad altri privilegi


Foto in alto: Maria Callas, Verona, Tre Corone, 1953 (Photo Richelli)

Nessun commento:

Posta un commento