Post più popolari ultima settimana

lunedì 8 maggio 2017

Fondazioni liriche in piazza Dante contro il governo - Alessia Rotta replica a Di Maio su Fondazione Arena - Rassegna Stampa dal Web - 7 maggio 2017


Fondazioni liriche in piazza Dante contro il governo

7 maggio 2017

Continua la mobilitazione dei lavoratori delle 14 Fondazioni Lirico Sinfoniche Italiane con una nuova grande iniziativa a Verona. L’appuntamento è domani 8 maggio alle 10.30 in piazza dei Signori, dove orchestre e coro dell’Arena e delle Fondazioni limitrofe come Venezia, Trieste e Bologna, daranno vita a un momento musicale.

Le motivazioni che portano in piazza i lavoratori, a distanza di un mese, dalla manifestazione di Firenze del 27 marzo, «sono sempre le stesse e sono focalizzate in un iter legislativo che rischia di cancellare in pochi mesi la lirica italiana», sostengono le sigle sindacali Slc-CGIL Fistel-CISL, Uilcom-UIL e Fials-CISAL . «Non sembra infatti cambiare il segno della politica del governo che non mostra nessuna disponibilità a modificare l’articolo 24 della legge 160/2016. Si persevera nell’errore, ignorando proposte e proteste dei lavoratori e continuando a perseguire l’obiettivo della mera selezione contabile delle Fondazioni, con l’unico risultato di impoverire, insieme ad artisti e maestranze, un’offerta culturale considerata unica nel mondo».


Il sindacato conclude sostenendo di non volersi arrendere «alla miopia di chi nega l’apertura di una discussione di prospettiva per la Lirica italiana ignorando che in gioco non c’è solo la sorte di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie, ma un indotto economico in termini di prestigio e di capitale intellettuale di valore inestimabile».


ENTE LIRICO
Fondazione Arena, Rotta: Di Maio non sa cosa dice

07/05/2017

Alessia Rotta
"E' un peccato che il vice presidente della Camera Luigi di Maio arrivi sul territorio a far fare brutte figure al candidato sindaco dei 5 stelle, non conoscendo i temi e i provvedimenti adottati dal Governo per Verona”.

La deputata del Partito Democratico, Alessia Rotta, replica così al parlamentare del Movimento 5Stelle.

“Il ministro Franceschini – spiega Rotta - che a dire di Di Maio, non si interessa della cultura, è stato l'unico a salvare la Fondazione Arena con 10 milioni di euro e permettendo all'ente di rientrare nello schema previsto dalla legge Bray. Fondazione che altrimenti sarebbe finita in liquidazione”.

L'on. Rotta sottolinea che “ mentre Alitalia attende di essere comprata, la Fondazione Arena non sarà venduta a nessun privato, perché il governo ha garantito che rimanga pubblica. Come continuerà a garantire il Fus, come previsto nel decreto all'esame in questi giorni del Senato”.


“Chi propone altre soluzioni – conclude - non sa di cosa parla. Il tema della gestione e responsabilità delle fondazioni è peraltro oggetto proprio di un'imminente modifica da parte del Mibact".


Nessun commento:

Posta un commento