Post più popolari ultima settimana

martedì 9 maggio 2017

Crisi Fondazione Arena: Taglio di rami fallimentari come Arena Extra e Museo Amo, management competente per una gestione virtuosa e rinascita del Corpo di Ballo. Questa la ricetta del candidato a Sindaco di Verona Michele Bertucco


Verona, Bertucco: «Arena tagli rami secchi»     

Michele Bertucco candidato a sindaco di Verona
alle prossime elezioni Amministrative del 11 giugno 2017
Michele Bertucco, candidato a sindaco di Verona con “Verona in Comune” e “Sinistra in Comune” torna sul tema della gestione della Fondazione Arena e accusa gran parte della politica cittadina di tenere un «atteggiamento ambiguo» che «tiene in bilico i lavoratori e il futuro dell’ente stesso: si passa dall’aperta ostilità del Sindaco uscente, che qualche tempo fa ha chiesto apertamente la liquidazione coatta dell’ente, al cerchiobottismo di altre formazioni che non sanno cosa dire sulla proposta di privatizzazione. Per il candidato sindaco «la Fondazione Arena deve restare in mano pubblica ed essere rilanciata perché oltre ad essere fonte di grande ricchezza economica per la città, l’ente è anche una risorsa culturale inestimabile che non si adatta ai progetti di mercificazione proposti».


«Per fare in modo che situazioni come quelle che l’hanno portata ad un passo dal fallimento non si possano più verificare – prosegue Bertucco – occorre curare la trasparenza dei processi decisionali e la qualità dei bilanci; tagliare i rami secchi di società fallimentari come Arena Extra e Museo Amo e ricostruire un management competente e all’altezza del compito. Ci vuole la fiducia e il sostegno anche di quella parte della città che direttamente beneficia dell’indotto economico generato». Questo è anche quanto è emerso stamattina nella manifestazione nazionale delle organizzazioni sindacali delle fondazioni lirico-sinfoniche». In conclusione, Bertucco si impegna, qualora eletto, a «riportare in Fondazione Arena le condizioni per una gestione virtuosa, con un obiettivo concreto: far rinascere il corpo di ballo. Anche per questo nelle nostre liste schieriamo Marco Fagioli, artista licenziato con la decisione di chiudere il corpo di ballo».

Nessun commento:

Posta un commento