Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

lunedì 6 marzo 2017

"L'Arena licenzia il balletto, ma si piange per Palmira" - Rassegna Stampa - 6 marzo 2017 (L'Arena)


NOTE e DINTORNI di Elena Biggi Parodi

L'Arena licenzia il balletto, ma si piange per Palmira

lunedì 06 .03. 2017 SPETTACOLI, p. 60


«Qualche giorno fa è stato chiuso il nono Corpo di Ballo italiano. Quello della Fondazione Arena di Verona. Erano tredici i Corpi di Ballo delle tredici Fondazioni Lirico Sinfoniche. Ora sono rimasti in quattro. In Germania sono cinquanta. In Francia, tra Corpi di Ballo di teatri d'Opera e Compagnie di residenza municipali, sono novantacinque. Sono un milione e 400mila i giovani in Italia che studiano danza, mentre non raggiungono il milione gli iscritti alle scuole calcio». Questo un inciso della petizione al Presidente della Repubblica di cui si è fatta portavoce Carla Fracci. Eppure se fossimo millepiedi, non avremmo prodotto la stessa musica, patrimonio dell'umanità. La nascita della musica strumentale e dell'armonia tonale nel Cinquecento, ossia del linguaggio musicale che ancora utilizza la musica pop, è dovuto all'incontro con il passo danzato. Fra le prime cause del ritardo negli studi sul ruolo dell'Italia riguardo allo sviluppo del ballo teatrale settecentesco vi è stata la mancanza di cataloghi italiani dedicati ai balli, come dichiara Elena Previdi («Fonti musicali del ballo intermezzo' settecentesco, in Ballo teatrale, opera romantica, recupero dell'antico»). Un grande peccato: gli studiosi stranieri costruiscono la loro carriera e quella delle istituzioni che li sostengono, sui nostri passati fasti, come Kathleen Kuzmick Hansell, vedi «Opera and Ballet at the Regio Ducal Teatro of Milan, 1771-1776». Ancora una volta siamo i contadini che si piccano di coltivare patate in un campo di diamanti.

Riportiamo questo articolo di Elena Biggi Parodi di cui condividiamo pienamente il messaggio che porta, pur riservandoci qualche dubbio sulla scelta del titolo. Vorremo inoltre precisare come il promotore della petizione al Presidente della Repubblica in favore dei corpi di ballo e contro la loro chiusura, ci risulterebbe essere Luciano Cannito (vedi link), a meno chè  nelle ultime ore ci sia sfuggita la notizia di un impegno in tal senso anche da parte di Carla Fracci.  

sos.fondazione.arena

Nessun commento:

Posta un commento