Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

lunedì 13 febbraio 2017

Arena di Verona: S.O.S. sindacale dalla FIALS per il Corpo di Ballo - da Vvox.it


Arena Verona, sos sindacale:
«licenziato corpo di ballo»


13 febbraio 2017

Fials Verona – Federazione Italiana Autonoma Lavoratori dello Spettacolo -, in una nota denuncia il licenziamento del Corpo di Ballo dell’Arena di Verona da parte del Sovrintendente della Fondazione Lirica, per «motivazioni economiche, che contraddicono però gli enormi incassi del botteghino dell’Arena, cui contribuisce notevolmente lo stesso Corpo di Ballo». Per il sindacato degli artisti, «un’amministrazione cieca e sorda ha voluto sacrificare ancora una volta gli artisti, simbolo dell’identità musicale italiana, sull’altare del mero profitto economico, dimenticando la precedente sorte di quei Teatri d’Opera italiani che hanno chiuso i propri Corpi di Ballo in nome del risanamento e che oggi sono in perdita più di ieri. Questo dimostra l’irragionevolezza di questa scelta, che vuole nascondere incompetenza artistica e gestionale di chi ha la responsabilità dei Teatri».

I titoli di Balletto – ricorda Fials – sono sempre sold-out e riempiono il Teatro di giovani entusiasti, gli stessi giovani sui quali la politica dice di voler investire ma che in realtà ne inaridisce ogni prospettiva culturale, interferendo in ambiti non propri come quelli della musica e della danza solo per tagliare e non per investire. L’Arena di Verona è prima in Italia per pubblico e incassi al botteghino ma è al collasso dei conti. Questa contraddizione dimostra che bisogna finalmente lavorare sulle reali competenze di chi ha l’onore di gestire questo patrimonio unico. A Verona – prosegue il comunicato -, nonostante i responsabili del disastro economico della Fondazione Arena restino impuniti, i dirigenti continuano a guadagnare tutti tra i 100.000 e 200.000 euro all’anno costringendo i lavoratori, per risanare i conti, a chiudere il Teatro per mesi e senza stipendio. In assenza, oltretutto, di garanzie di successo visto che il management del disastro precedente rimane confermato in ruoli dirigenziali».

«Le istituzioni hanno, di fatto, abbandonato le sorti della Fondazione – conclude la nota -al punto che da anni i dipendenti hanno dovuto subire umiliazioni, sentirsi imputare responsabilità non loro, assistere ad una richiesta di liquidazione per parte del loro Presidente (il Sindaco di Verona) ed oggi il licenziamento del Corpo di Ballo; il tutto perpetrato da chi preposto in quel ruolo a tutela dell’arte e della cultura». Fials lancia quindi un appello «alle Istituzioni, economiche e di governo, nazionali ed internazionali, affinché si possa ricostituire e reintegrare il Corpo di Ballo dell’Arena di Verona e si volti pagina, facendo governare eccellenze della cultura da personalità artistiche e manageriali competenti che valorizzino e non deprimano il patrimonio umano e artistico loro offerto».


6 commenti:

  1. Tutte molto giusto.
    ..forse la fials ha giusto sbagliato i tempi.
    Lanciare gli sos dopo che la barca è già arrivata sul fondo non rimane più molto da salvare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte la tempistica, ma possibile che i sindacati non si siano accorti della macchinazione di tosi è amici,a scopo di lucro personale, x raggiungere i loro beceri scopi? Purtroppo ci stanno riuscendo!!!! I sindacati ora dovrebbero muoversi diversamente......ed in modo coeso e molto più incisivo! A meno che.....

      Elimina
    2. ..a meno che!!

      Elimina
  2. Finiamo la frase......non siano d'accordo con le manovre di Tosi e c

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parli per la fials o anche per tutti gli altri?

      Elimina