Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

mercoledì 18 gennaio 2017

Dipendenti Fondazione Arena in una Coop. Sigle Sindacali arrabbiate - Rassegna Stampa - 18 gennaio 2017


FONDAZIONE ARENA

I dipendenti in una coop.
Sigle arrabbiate


mercoledì 18 gennaio 2017

VERONA Il nome da segnare sarebbe www.serviziperlospettacolo.com. Sarebbe, perché da qualche giorno il sito non è accessibile. Il fatto è che solo aver messo on line il sito ha creato grande subbuglio in Fondazione Arena: sembra infatti che più di qualcuno, tra professori d’orchestra e del coro, abbia aderito all’iniziativa; una sorta di coop tra dipendenti del teatro per mettere le proprie professionalità a disposizione di chi la richiede, eventualmente della Fondazione stessa.

L’iniziativa non è piaciuta ai sindacati che, ieri, hanno inviato una lettera aperta ai vertici di Fondazione nella quale chiedono di prendere ferma posizione contro le esternalizzazioni perché anti economiche, ma anche perché tra le cause del «degrado professionale e qualitativo» delle produzioni areniane. Rimane il fatto che chi vi ha aderito, tra i dipendenti della Fondazione, lo ha fatto senza alcuna imposizione, magari dimentico delle lunghe battaglie contro la privatizzazione della cultura e del teatro, sostenute in questi mesi da tutte le sigle. Perché di coop (ma per i tecnici) parlava anche il progetto di Arena Lirica spa proposto dal pool Maccagnani – Lambertini – Manni.

Ora si è andati liberamente oltre, e sembra che faccia parte del progetto persino qualcuno delle Rsu.

Samuele Nottegar

2 commenti:

  1. Sempre peggio! Invece di essere tutti uniti continuate a farvi le scarpe fra voi!Con pensate geniali senza avere una seria dimestichezza della materia! Pensate a suonare e cantare e magari fatelo bene!

    RispondiElimina
  2. Francesco Pomini22 gennaio 2017 22:47

    Cari colleghi,intervengo perchè non posso accettare che un anonimo -lo esorto a qualificarsi- si permetta di invitarmi a suonare bene... Quest'anno sono 35 anni che suono BENE il Corno Inglese all'Arena e al Filarmonico; a vent'anni ho vinto il Concorso per l'Orchestra Giovanile Europea, unico oboista italiano del 1982,suonando con Abbado e Solti. Nell'ottobre di quell'anno fui invitato dall'Ente Lirico della mia città e successivamente vinsi l'audizione per il mio posto; negli 80 i concorsi ancora non erano obbligatori ma comunque si trattava di un bando pubblico... Certo la mia carriera di strumentista avrebbe potuto essere ben diversa, però ho preferito restare nella mia amata Verona e impegnarmi per la NOSTRA storia. Non voglio dilungarmi su ciò che ho fatto nel tempo anche come rappresentante sindacale, però da 22 anni curo l'Orchestra Filarmonica di Verona -costituita in ass. culturale- senza aver mai neanche pensato di fare concorrenza alla Nostra Istituzione, bensì integrandone l'attività. Siamo stati invitati in vari Teatri ed istituzioni Concertistiche (l'ultimo concerto è del 15 Ottobre 2016 presso l'auditorium della Gran Guardia) con esibizioni anche in Lussemburgo e Germania; tale realtà musicale si è guadagnata una precisa posizione nel panorama veronese e italiano. L'ex assessore Loris Cristiano, che conosco e stimo da tempo -per chi non c'era o ha la memoria corta ricordo che lo slogan del comune di quell'epoca era VERONA TUTTO L'ANNO- mi ha recentemente chiesto di aderire alla sua iniziativa della SSTT in qualità di coordinatore dell'orchestra al fine di dare struttura alle richieste provenienti dai Teatri e Istituzioni delle Città e Province vicine.
    Cari Colleghi, mi permetto di ricordarVi che la n.stra Fondazione non assolve neanche alla metà delle proposte che avrebbe dal Territorio - contravvenendo oltretutto a un preciso punto del proprio Statuto- preferendo, con la solita scusa dei "costi esorbitanti", farci perdere 2 mesi -e in futuro chissà quanti- di attività pur di tarparci le ali e umiliarci sia umanamente che professionalmente. Piango amaramente quando penso alle esibizioni del Corpo di Ballo col Teatro strapieno, la musica dal vivo e il pubblico festante!
    Purtroppo dobbiamo renderci conto che la nostra Cittadella è assediata da forze -veronesi e ministeriali- che ci stanno distruggendo a brani; prima della capitolazione finale vorrei tanto che ci fosse uno scatto d'orgoglio che dimostri quello di cui siamo capaci... E' in quest'ottica che dissento da chi parla di rischi per l'unità del Teatro: il vero rischio è stare fermi! Applaudo convintamente alla prossima costituzione dell'Orchestra Filarmonica dell'Arena di Verona, ma anche alle realtà SANE che potranno riscattarci senza paraocchi e facili processi alle intenzioni! Le opportunità bisogna anche saperle creare perchè lorsignori ce le tolgono da sotto il naso... Nel mio piccolo posso assicurare che vigilerò attentamente per evitare facili fraintendimenti, così come la mia storia personale attesta. Grazie e Auguri a tutti da Francesco Pomini

    RispondiElimina