Post più popolari ultima settimana

lunedì 5 dicembre 2016

Rassegna Stampa - 4 dicembre 2016


Finanza in Fondazione Arena
La preoccupazione dei sindacati
Corpo di ballo, si riprende a trattare


domenica 4 dicembre 2016

VERONA I controlli e le verifiche fiscali qualche preoccupazione la creano sempre. Se poi sono nei confronti di realtà, come Fondazione Arena, che stanno attraversando un periodo non esattamente tranquillo è evidente che il livello di apprensione sia destinato a salire. È per questo che le organizzazioni sindacali, alla notizia di accertamenti fiscali in corso in Fondazione da parte della Guardia di Finanza su richiesta dell’Agenzia delle Entrate, si siano dichiarate preoccupate. Proprio in questi giorni, infatti, rimangono in sospeso l’accesso alla Legge Bray, la discussione del nuovo integrativo e la trattativa che riguarda il corpo di ballo. «La richiesta della Bray – chiarisce Ivano Zampolli, segretario provinciale Uil Comunicazione – si basa su un preciso piano di risanamento dei conti che non tiene conto di eventuali sanzioni fiscali. Tutti speriamo che non ci siano sanzioni, ma se dovessero essercene, dove verranno reperiti nuovi fondi? È evidente che viene messa a rischio la tenuta del piano Bray». Dello stesso avviso Dario Carbone, segretario provinciale Fials, che, tuttavia, chiarisce: «Eventualmente dovrà pagare chi ha causato l’anomalia. Una sanzione fiscale non può certo ricadere sulle spalle dei lavoratori che, già, sono il primo azionista, dopo lo Stato, di Fondazione Arena. Certo è che eventuali sanzioni potrebbero influire sul pareggio di bilancio». Tutti elementi di complessità che non contribuiscono a rendere più tranquillo il clima in Fondazione, soprattutto, dopo le voci che vedrebbero anche la Camera di Commercio sfilarsi dai soci del teatro e non più disponibile a pagare la propria quota. «È una decisione grave – commenta Paolo Seghi, segretario provinciale Slc Cgil – perché proprio a causa dei mancati fondi erogati dall’ente, hotel, bar, ristoranti potrebbero rinunciare a centinaia di milioni di euro creati grazie al festival lirico. Cosa ne pensano gli associati?». Nel frattempo, martedì, riprende la trattativa sul corpo di ballo. Per la prima volta, Fondazione e sindacati si troveranno in Provincia.

Samuele Nottegar

Nessun commento:

Posta un commento