Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

lunedì 21 novembre 2016

Lavoratori della Fondazioni Lirico Sinfoniche ieri insieme a Verona per protestare contro la chiusura del Corpo di Ballo dell'Arena e il licenziamento dei suoi ballerini.

"SALVANDO IL CORPO DI BALLO SALVEREMO I BALLERINI E LA DANZA DI DOMANI!"

Con questo slogan si sono dati appuntamento ieri, nei pressi del Teatro Filarmonico di Verona, i lavoratori delle Fondazioni Lirico Sinfoniche di tutta Italia per portare la loro solidarietà ai ballerini della Fondazione Arena colpiti da una procedura di licenziamento collettivo e per protestare contro la chiusura del Corpo di Ballo a Verona.

La manifestazione di protesta è stata promossa ed organizzata dal Comitato Nazionale dei Lavoratori delle Fondazioni Lirico Sinfoniche (CNFLS) in occasione della messa in scena di un "Gala di Danza", spettacolo organizzato da una scuola di ballo privata di Verona sullo stesso palcoscenico che avrebbe dovuto invece veder impegnati i ballerini della Fondazione Arena ieri presenti alla manifestazione.

Ricordiamo come i ballerini professionisti della Fondazione Arena siano stati posti in inattività forzata data la cancellazione dell'attività di balletto dalla programmazione artistica del Teatro, e come essi siano in attesa degli sviluppi della procedura di licenziamento aperta sulle loro teste.

Alla manifestazione hanno partecipato delegazioni delle Fondazioni Lirico Sinfoniche del nord Italia quali Torino, Bologna, Genova e Venezia che hanno portato la loro solidarietà ai lavoratori in difficoltà della Fondazione Arena da parte di tutti i lavoratori degli altri teatri sede delle Fondazioni Liriche di cui erano in rappresentanza.

Altri Teatri che non hanno potuto partecipare per motivi logistici o dovuti ad impegni con il pubblico, hanno comunque partecipato alla manifestazione di protesta attraverso comunicati e video di appoggio e di solidarietà.

Anche i comitati cittadini Opera Nostra e Pro Fondazione Arena, impegnati dallo scorso inverno per la salvaguardia della Fondazione Arena e del suo prezioso capitale umano costituito dalla professionalità delle maestranze del Teatro, hanno aderito alla manifestazione dando il loro pieno sostegno morale e logistico per la riuscita della protesta.

Alla fine diverse centinaia di lavoratori di ogni settore artistico, tecnico ed amministrativo della Fondazione Arena, uniti ai colleghi di diversi Teatri italiani ed insieme a molti cittadini , hanno affollato via Roma e l'ingresso del Teatro Filarmonico in via dei Mutilati, dove sono stati distribuiti volantini che spiegavano agli spettatori del "Gala di Danza" in programma alle ore 18:00 ed hai cittadini che ieri affollavano le vie del centro di Verona i motivi della protesta.


di seguito il testo dei volantini distribuiti:




Oltre al volantinaggio, si è assistito all'intonazione di cori quali il "Va pensiero" e l'inno di Mameli, alla lettura di comunicati, all'esibizione di diversi striscioni con messaggi di protesta e alla proclamazione di slogan a favore della sopravvivenza del Corpo di Ballo della Fondazione Arena. Oltre alla protesta contro la chiusura del balletto a Verona, non sono mancati proclami di protesta contro il governo e la recente legge 160/2016, legge che nel giro di un paio di anni potrebbe mettere in ginocchio la maggior parte delle Fondazioni Lirico Sinfoniche italiane determinandone la scomparsa.

La manifestazione è durata fino alle ore 21:00 circa ed è terminata solo dopo la conclusione dello spettacolo di danza in programma al Teatro Filarmonico.  

Di seguito alcune immagini dei momenti della manifestazione di protesta.





 






































2 commenti:

  1. Ma licenziare in blocco tutti i dirigenti di quei teatri italiani che hanno i conti in rosso? Ma cambiare il sistema di finanziamento pubblico del FUS? Ma mettere una casella dell'8 x mille sul modello Unico a sostegno del FUS? Ma ripartire i fondi dell'8 x mille così acquisiti utilizzando il sistema di classificazione tedesco DIN per far arrivare DIRETTAMENTE i fondi spettanti a cuascun teatro e istituzione dalla Ragioneria dello Stato senza pietire i favori del politico di turno...invece di licenziare i Ballerini del Corpo di Ballo dell'Arena di Verona?? Tanto per proporre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel che propone è fantascienza in questo nostro paese. Ma a volte è anche bello credere che qualcosa possa cambiare.

      Elimina