Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

giovedì 27 ottobre 2016

Vecchi vertici alla Fondazione Arena? Come Dracula all'Avis. - da VeronaSera.it


Fondazione Arena. "Restaurare i vecchi vertici? Come mettere Dracula all’Avis"
È il capogruppo in Comune del Pd, Michele Bertucco, ad intervenire sulla possibilità di vedere l'ente lirico riaffidato allo stesso Consigli d'Indirizzo: "Questa pazza idea porta con sé anche il rischio di demolire tutto il lavoro di mediazione"

Una volta si sarebbe detto che sarebbe come mettere Dracula all’Avis. Seppur vecchia la metafora calza all’intenzione del Sindaco di restaurare il vecchio consiglio di indirizzo alla testa di Fondazione Arena. Chiunque abbia a cuore le sorti della maggiore industria culturale della città, non può che rimanere esterrefatto all’idea che possa ritornare la stessa squadra che, a fronte di mille segnalazioni di sprechi, inefficienze e palesi incapacità amministrative, non ha saputo (o non ha voluto) intervenire per rimettere in carreggiata l’ente finendo per chiederne la liquidazione coatta al Ministero.

Queste le parole di Michele Bertucco, capogruppo in Comune per il Pd, sulla situazione che potrebbe andare a crearsi in Fondazione Arena. Nei giorni scorsi infatti è arrivato il prolungamento del commissariamento dell'ente lirico, fino a quando non sarà risanato: Carlo Fuortes resterà fino a quando non arriverà l'ok al piano per accedere agli aiuti previsti dalla Legge Bray, in teoria quindi ben prima delle prossime amministrative. Tosi, presidente della Fondazione, avrà perciò il tempo di riunire un nuovo Consiglio d'Indirizzo e nominare un nuovo sovrintendente.

Ma questa pazza idea porta con sé anche il rischio di demolire tutto il lavoro di mediazione - ha concluso Bertucco -, ricostruzione della fiducia e risanamento che il Commissario straordinario ha fino ad oggi impostato. In breve, significa rischiare di precipitare di nuovo nel baratro.

Bene comunque ha fatto il Sindaco a seguire la nostra mozione andando a chiedere i soldi alla Regione, ma sarebbe più credibile se come capo della giunta comunale disponesse di stanziare l’altra metà dei 3 milioni di euro di contributo straordinario che aveva previsto lo scorso marzo.

Nessun commento:

Posta un commento