Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

giovedì 22 settembre 2016

Crisi Fondazione Arena: concessione gratuita anfiteatro Arena eventi extralirica & andare oltre lo scontro ideologico - da PD News


Fondazione Arena: andare oltre lo scontro ideologico

21 settembre 2016

La visione di Sandro Veronesi sul ruolo del privato nella cultura è legittima ma poco condivisibile in quanto parte dall’assioma, che non trova riscontro nella realtà, secondo cui il pubblico è sempre sprecone e incapace mentre il privato è sempre vincente ed efficiente. Andando oltre le ideologie, a nostro parere il ruolo del pubblico è insostituibile per il semplice fatto che il privato, facendo il proprio mestiere, tende a valorizzare solo ciò che è più remunerativo in un dato momento, e non è detto che ciò coincida con la cultura e l’interesse generale, come peraltro ricorda la vicenda della copertura dell’anfiteatro Arena, quella sì, realmente anti-storica. Parlando molto concretamente, la cultura a Verona non è solo il festival lirico estivo in Arena, è anche il Filarmonico, un teatro stabile, il Conservatorio e un complesso di istituzioni culturali che hanno conosciuto un progressivo declino per la mancanza di un un interlocutore autorevole in grado di metterle a sistema prima ancora che per la carenza di fondi. E’ poi significativo che questa voglia di privatizzazione sia diventata più pungente da quando il Commissario ministeriale della Fondazione Arena, portando a termine una stagione che pareva irrimediabilmente compromessa, ha fatto intravvedere un barlume di speranza nel futuro della Fondazione Arena. Gli strumenti per la partecipazione dei privati non sono mai mancati, anzi, ultimamente si sono arricchiti anche dell’art-bonus. E per essere onesti non è mai mancato nemmeno il contributo delle categorie economiche nella gestione della Fondazione Arena così come dell’Aeroporto, solo che i risultati non sono sempre stati all’altezza delle aspettative, come ricorda la disastrosa gestione dello scalo veronese da parte di Bortolazzi, che pure era diretta espressione della Camera di Commercio. Ognuno è libero di professare le proprie idee ma giocare continuamente al rialzo e agitare lo spauracchio di pericolosi blocchi politico-sindacali che non esistono più, non fa certo del bene alla città.

Consiglieri Comunali Pd

Michele Bertucco, Eugenio Bertolotti




Concessione gratuita anfiteatro Arena, via libera a Wind, Pintus, Aznavour e Festival Show

20 settembre 2016

In un momento in cui Agsm minaccia di ritirare il sostegno finanziario alla Fondazione Arena; che a causa dei ritardi del Comune i lavoratori della lirica devono rinunciare anche al salario integrativo; che la Camera di Commercio tentenna, la gestione dell’anfiteatro Arena da parte della giunta comunale diventa sempre più discutibile, con la deliberazione di numerose concessioni a titolo gratuito per gli eventi extralirica. Era accaduto a giugno con i Wind Music Awards: malgrado il pressing delle opposizioni per far pagare ad un evento totalmente commerciale l’affitto di uno dei più noti e prestigiosi anfiteatri del mondo, la giunta aveva avuto la sfacciataggine di concederlo di nuovo a titolo gratuito nascondendo il proprio assenso tra le decisioni di giunta (non pubblicate all’albo pretorio) che comunque alla fine è emerso. Oggi apprendiamo che l’Arena è stata concessa gratuitamente anche a Pintus, Aznavour e al Festival Show con la scusa delle riprese televisive nei primi due casi e della gratuità dell’ingresso per il pubblico per il terzo evento. Mentre tv e radio nazionali fanno profitti grazie agli inserzionisti e sfruttando l’immagine dell’Arena, alla città non restano nemmeno le risorse per manutenere il monumento. Una condotta suicida nei confronti della lirica a cui dovrebbero essere incanalati i proventi dell’extralirica. Diventa sempre più urgente aprire e sezionare quella scatola nera che si chiama Arena Extra: chi può trarre interesse dall’impoverimento della città?

Consiglieri comunali
Michele Bertucco ed Eugenio Bertolotti

1 commento:

  1. Ma siete proprio sicuri che x queste gratuita` immotivate ed assurde,nessuno metta nelle personali tasche qualche"spicciolo"?

    RispondiElimina