Post più popolari ultima settimana

giovedì 4 agosto 2016

Fondazione Arena: "Corpo di Ballo condannato. La riforma della lirica fa paura" - da VeronaSera.it



Fondazione Arena, corpo di ballo condannato.
La riforma della lirica fa paura

Nel piano definitivo del commissario Fuortes resta il taglio dei ballerini e la forte riduzione dei costi del personale. Mentre in futuro la Fondazione Arena rischia un declassamento



Un primo piano di risanamento era stato depositato al ministero della cultura, ma ancora i sindacati speravano di poterlo modificare. I rappresentanti dei lavoratori avevano anche chiesto un incontro al ministro Franceschini, per scongiurare il taglio del corpo di ballo della Fondazione Arena. E mentre da più parti si chiede una proroga al mandato di Carlo Fuortes, proprio il commissario ha inviato ai sindacati la versione definitiva del suo piano per accedere ai contributi previsti dalla legge Bray.

Un piano dettagliato quello di Fuortes, lungo 100 pagine, devo però in sostanza la cura per la Fondazione Arena non cambia. I costi del personale vengono ridotti attraverso prepensionamenti e la chiusura delle attività per due mesi nei prossimi tre anni. Il contratto integrativo viene rinegoziato, ma soprattutto vengono cessate le attività del corpo di ballo, con ballerini messi in mobilità e incentivati all'esodo.

Domani, 4 agosto, si riunirà in assemblea proprio il corpo di ballo e il giorno successivo tutto il teatro, come scritto sul Corriere di Verona. Attraverso questi sacrifici, la Fondazione Arena salderà in parte i debiti con i fornitori e soprattutto riuscirà a posticipare le scadenze per coprire l'enorme debito che rischia di farla fallire.


E le incertezze per l'ente lirico veronese non sono finite. Le notizie che giungono da Roma non sono positive e riguardano la riforma della lirica. Pare infatti che in base ai nuovi criteri solo poche fondazioni non saranno declassate, mantenendo i finanziamenti del Fondo unico per lo spettacolo. E l'Arena di Verona non è tra queste fondazione e quindi anche i futuri fondi del Fus sono a rischio.

Nessun commento:

Posta un commento