Post più popolari ultima settimana

martedì 21 giugno 2016

Comunicato Segreterie Territoriali e RSU su applicazione L. 223/91 dismissione Corpo di Ballo Fondazione Arena

Riceviamo e pubblichiamo il seguente Comunicato Sindacale a firma delle Segreterie Territoriali di Verona e delle RSU della Fondazione Arena di Verona:

Al Commissario Straordinario del Governo per la Bray
Dott. G. SOLE

Al Direttore Generale dello Spettacolo
Dott. O. CUTAIA

p.c. Presidente Anfols
Dott. Cristiano Chiarot

Oggetto: Corpo di Ballo Fondazione Arena di Verona


Le scriventi O.O.S.S. territoriali di Verona, unitariamente alle RSU della Fondazione Arena di Verona intendono manifestare la profonda contrarietà rispetto alla volontà della direzione della Fondazione Arena di procedere unilateralmente alla dismissione del proprio Corpo di ballo attraverso l'applicazione della L. n. 223/91 nell'ambito dell'attuazione del piano di risanamento per l'accesso alla legge 112/2013.

Questa decisione, oltre ad apportare un grave danno all'identità culturale del Teatro e della collettività e la inevitabile grave perdita di posti di lavoro, risulta fortemente pregiudizievole in quanto difficilmente compatibile con il dettato della L. 112/2013.

Inoltre l'ipotetica applicazione della L. 223/91 a un complesso artistico, quale è il corpo di ballo areniano, rappresenterebbe un unicum nell'intero panorama delle Fondazioni Lirico Sinfoniche italiane aprendo scenari di difficile previsione oltre che un'ulteriore stagione di vertenzialità.

Premesso che le scriventi O.O.S.S. hanno, nel corso della trattativa per la definizione del piano di risanamento, manifestato unitariamente la disponibilità a sostenere il settore anche reperendo le risorse dal Contratto Aziendale e hanno contestualmente avviato un tavolo regionale volto a valutare la possibilità di utilizzare dello stesso in ambito regionale, sottolineando che il Corpo di Ballo della Fondazione Arena è l'unico rimasto in essere in tutto il nord-est e che una sua saggia regia garantirebbe maggiori produzioni, sinergie operative e artistiche, conseguenti riduzioni di costi.

Chiediamo pertanto che tale problematica sia valutata a livello nazionale, avviando immediatamente un tavolo relativo ai Corpi di Ballo italiani e venga risolta organicamente nella prospettiva della riforma del settore e delle recenti indicazioni del MIBACT volte all'utilizzo dei corpi di ballo per macroaree.

Ringraziando della attenzione restiamo a disposizione per i necessari approfondimenti.

Segreterie Territoriali SLC CGIL - FISTEL CISL - UILCOM UIL - FIALS CISAL

RSU Fondazione Arena di Verona

Verona li, 21/6/2016

di seguito il documento originale:



Nessun commento:

Posta un commento